Benvenuti

Psicologo roma, sessuologo roma, psicoterapeuta roma, Dott.ssa Emanuela Federico

Psicologo roma, sessuologo roma, psicoterapeuta roma, la Dottoressa Emanuela Federico è un sessuologo di roma,psicologo di roma e psicoterepauta di roma.

Dott.ssa Emanuela Federico psicologo, psicoterapeuta e sessuologo di Roma. Socio ordinario SPIGA (Società di psicoanalisi interpersoanle e gruppo analisi)

È una psicologa e psicoterapeuta ad approccio psicoanalitico interpersonale individuale e di gruppo.

Si occupa di difficoltà affettive, relazionali e di coppia, disfunzioni sessuali, disagi relativi alla sfera sessuale, conseguenze psicoaffettive dell'abuso sessuale, attacchi di panico, attacchi d'ansia, dipendenza affetiva.

La dottoressa Emanuela Federico è un sessuologo roma (sessuologa roma), psicologo roma (psicologa roma) e psicoterapeuta roma, si occupa di problemi sessuali, disturbi d'ansia, attacchi di panico,stress.

"La terapia non è una panacea per le malattie umane; non è la risposta al dilemma umano. Che la maggior parte della gente oggi abbia bisogno di un aiuto per funzionare con un minimo di facilità e di piacere, è una triste conseguenza della nostra cultura, ma è vero. Più una cultura diventa industrializzata e sofisticata, più problemi pone alle persone e più esse hanno bisogno di aiuto semplicemente per affrontare la vita. La terapia è un complemento necessario alla vita moderna, come, sembra, lo sono i sedativi e i tranquillanti. E' un segno del progresso. "

- Alexander Lowen -


" Il lavoro del terapeuta non consiste nell'imparare delle cose riguardo al paziente per poi insegnargliele, bensì insegnare al soggetto come imparare ciò che concerne se stesso. Questo significa che il paziente deve diventare direttamente consapevole di come realmente funzioni in quanto organismo vivente; e questo avviene sulla basa di esperienze concrete e non verbali. "

- Fritz Perls -

terapia coppia  psicologo psicoterapeuta sessuologo roma

In terapia la coppia scoppia?


Tutte le coppie che decidono di rivolgersi ad un terapeuta, quasi sempre si pongono la stessa domanda: "e se ci lasciamo?" La paura che intraprendendo un percorso terapeutico di coppia si possa interrompere la relazione è legittima e comprensibile, perché andare in terapia vuol dire mettere in discussione se stessi, l'altro, la relazione, cercare di rivedere la propria vita secondo un'ottica nuova e differente.

In terapia la coppia scoppia?

Tutte le coppie che decidono di rivolgersi ad un terapeuta, quasi sempre si pongono la stessa domanda: "e se ci lasciamo?" La paura che intraprendendo un percorso terapeutico di coppia si possa interrompere la relazione è legittima e comprensibile, perché andare in terapia vuol dire mettere in discussione se stessi, l'altro, la relazione, cercare di rivedere la propria vita secondo un'ottica nuova e differente.






Vuol dire anche cercare di creare un equilibrio nuovo, più funzionale, ma ovviamente per arrivare ad un equilibrio nuovo bisogna a poco a poco "modificare" il precedente, significa abbandonare, dove possibile, degli atteggiamenti, delle modalità di comportamento che hanno contraddistinto negli anni la vita della persona. Realizzare un cambiamento è in effetti molto complesso, in primis proprio per la messa in discussione che richiede, anche per questo motivo spesso si decide di non agire, di lasciarsi trasportare dagli eventi, in quanto un equilibrio, per quanto disfunzionale, viene preferito all'incertezza del dopo.

Una delle incertezze tanto temute è proprio la fine della relazione. La realtà è che può succedere che durante o dopo un percorso terapeutico la coppia si separi, ciò di solito avviene quando è il male minore, quando si comprende con l'aiuto di un professionista che forse il problema è proprio lo stare insieme e, laddove l'obbiettivo di una terapia è migliorare il benessere emotivo e psicologico, ci si rende conto a poco a poco che tale benessere non può essere raggiunto insieme. Una terapia di coppia, quindi, non deve necessariamente mirare a mantenere insieme la coppia, ma a cercare di comprendere ed individuare quale potrebbe essere la situazione migliore per quella coppia specifica e in alcuni casi la separazione può essere appunto quella migliore.

Lasciarsi non è quindi sempre un male, è sempre doloroso perché comunque si deve affrontare una perdita, non solo del partner, ma magari di uno stile di vita, di certe abitudini cui ci si era affezionati , si rinuncia all'idea stessa dello stare in coppia. Dopo aver elaborato "il lutto", però, si può ripartire in modo più consapevole nel raggiungimento di ciò che fa star bene.
Quello di cui parlo sicuramente è un cammino lento e faticoso che viene affrontato con l'aiuto di un esperto quando ci si trova immersi in crisi che paralizzano e che non consentono più di andare avanti in modo sereno nella vita di ogni giorno.
Ovviamente sono tantissime le coppie che riescono a superare le loro crisi, per quanto gravi, alcune volte da soli, altre volte con un aiuto adeguato, la terapia, infatti, può anche essere vista come un acceleratore di processi e di eventi, quindi, la paura seppur comprensibile di potersi lasciare se si affrontano i problemi dovrebbe essere ridimensionata se si pensa che le coppie in trattamento che poi si lasciano sono coppie che, con una certa probabilità, si sarebbero lasciate comunque, forse dopo un po' più di tempo e con una minore consapevolezza; proprio una maggiore consapevolezza è quella che si cerca di raggiungere tramite un percorso terapeutico, una volta raggiunta, questa può aiutare a rimettere in piedi una relazione "sana" o a lasciare alle spalle un rapporto che magari è più distruttivo per il proprio benessere.

dipendenza sessuale  psicologo psicoterapeuta sessuologo roma
dipendenza sessuale psicologo psicoterapeuta sessuologo roma

La dipendenza sessuale: quando il sesso non è più solo piacere

La dipendenza sessuale: quando il sesso non é più solo piacere

La sessualità é parte integrante della vita di ogni individuo, dal momento della nascita fino alla fine della vita stessa, attraverso il sesso si comunica all'altro parte di sé, all'interno di una relazione aiuta a tenere salda l'intimità, la complicità, la fiducia, é sicuramente un collante importante.



leggi
disturbi umore  psicologo psicoterapeuta sessuologo roma
disturbi umore psicologo psicoterapeuta sessuologo roma

Disturbi dell'umore: Cosa sono i disturbi dell'umore?

Disturbi dell'umore psicologo roma, sessuologo roma- Dott.ssa Emanuela Federico.

Disturbi dell'umore a che serve lo psicologo roma, il sessuologo roma, chi è la sessuologa roma

chi è lo psicologo roma, il sessuologo roma, la sessuologa roma e i disturbi dell'umore

quando andare dallo psicologo roma,dal sessuologo roma o dalla sessuologa roma

migliore psicologo roma, sessuologo roma,migliore sessuologa roma

Quando si parla di disturbi dell'umore, ci si riferisce ad una serie di disturbi la cui caratteristica predominante è l'alterazione del tono dell'umore e del comportamento rispetto al funzionamento precedente dell'individuo, tale alterazione può svilupparsi in senso depressivo o all'opposto, in senso maniacale.


leggi
terapia coppia  psicologo psicoterapeuta sessuologo roma

In terapia la coppia scoppia?

In terapia la coppia scoppia?


Tutte le coppie che decidono di rivolgersi ad un terapeuta, quasi sempre si pongono la stessa domanda: "e se ci lasciamo?" La paura che intraprendendo un percorso terapeutico di coppia si possa interrompere la relazione è legittima e comprensibile, perché andare in terapia vuol dire mettere in discussione se stessi, l'altro, la relazione, cercare di rivedere la propria vita secondo un'ottica nuova e differente.

leggi